I cookie che utilizziamo servono solamente a gestire correttamente il sito. Proseguendo la navigazione acconsenti all'uso di tutti i cookie.

user_mobilelogo
  • Terapie effettuate con ausilio di animali

  • Attività assistite con animali

  • Educazione con animali da compagnia

  • Formazione di operatori del settore

  • Attività sportive e ricreative

prev next

EROGATO DA IUS-TO

III° Edizione. Settembre 2017 - Febbraio 2018

IN CONVENZIONE CON ASSEA

Corso per Unità Cinofile per Interventi Assistiti da Animali - Partners di mediazione

 

 

Il corso si propone di fornire competenze specifiche per l'assistenza, l'educazione alla persona in contesti pedagogico-formativi, attraverso l'Attività dell’Unità Cinofila Cinotecnica.

Il corso unità cinofila cinotecnica - partners di mediazione IAA è requisito valido per l'ammissione ai corsi per unità cinofila da ricerca e soccorso volontari dell'associazione nazionale della polizia di stato. 

In convenzione con A.S.SE.A. Onlus e in Partnership con l'Associazione Nazionale della Polizia di Stato - Nucleo Di Protezione Civile - Settore Cinofilia.

ISCRIZIONI (entro e non oltre il 17 Settembre)

LA PROPOSTA E LE SUE MOTIVAZIONI

L’ UNITÀ CINOFILA CINOTECNICA - PARTNERS DI MEDIAZIONE IAA -  è  un binomio competente compiuto, formato da un conduttore e un cane che svolgono insieme  attività indirizzate a:
- Soddisfare i bisogni di  prevenzione,  di riabilitazione ed educazione  della persona in contesti diversi (ambiente esterno, residenze per anziani, servizi semiresidenziali, comunità alloggio, assistenza domiciliare, scuole dell’infanzia, scuole di ogni ordine e grado)
- Favorire il benessere e l’autonomia della persona.

Le attività dell’UNITÀ CINOFILA CINOTECNICA - PARTNERS DI MEDIAZIONE IAA sono rivolte alla persona ed all’ambiente e si concretizzano in:
- Accompagnamento, training,  osservazione ed ascolto della persona accompagnata e/o  assistita
- Educazione igienico – sanitaria e di sostegno sociale
- Supporto gestionale organizzativo e formativo.

OBIETTIVI FORMATIVI
Assistere, guidare ed incentivare  la persona  nella soddisfazione delle sue potenzialità  espressive psicologiche, fisiche e nella salutogenesi.
Supportare la persona nelle attività riabilitative, preventive, di apprendimento  ed igienico ambientali.
Gestione della relazione d’aiuto nei confronti della persona/e assistita/e, delle reti formali e informali d delle strutture sociali, socio sanitarie, residenziali pedagogiche e scolastiche.
Assistenza ed educazione alla persona in contesti pedagogico- formativi quali asili, nido, scuola dell’infanzia, scuole di ogni ordine e grado.

DESTINATARI E AMMISSIONI

I candidati devono possedere un cane e superare un test d'ingresso   T.AC.ASSEA™  e T.CC.ASSEA™ (di attitudine  della coppia -T.AC.-  e capacità della coppia T.CC.) ASSEA™.  L’obiettivo è valutare se il cane ha l'attitudine e le capacità per essere un cane da IAA.

Data del test 23 settembre 2017 dalle ore 9.00 presso Centro Cinofilo Etologico “Porta della Langa” di Carrù (CN). I partecipanti dovranno inoltre essere in grado di collaborare con le figure socio sanitarie (educatori professionali, insegnanti, fisioterapisti, medici , pet-therapisti, etologi, ecc) e del volontariato.

Requisito minimo: Diploma di Scuola Secondaria di primo grado. L'allievo ha l'obbligo di Assicurazione Responsabilità civile, per eventuali danni causati dal proprio animale, in corso di validità per tutta la durata del corso del corso.

Il corso viene attivato con un massimo di 14 partecipanti e un minimo di 10.

DURATA E FREQUENZA

Il corso si svolgerà nel periodo compreso tra il settembre 2017 - febbraio 2018, per complessive 50 ore così suddivise:
- 48 Lezioni frontali e pratiche, 3 ore per incontro dalle 18.00 alle 21.00.
- fino a 10 ore di Laboratori esperienziali, presso sedi di progetto in fase di attivazione che saranno comunicate durante lo svolgimento del corso (nel caso i progetti non vengano attivati le ore saranno svolte come esercitazioni pratiche)
- 2 ore di esame finale: 1 ora esame a domande chiuse. 1 ora esame di pratica.

La frequenza alle lezioni è obbligatoria e per il conseguimento dell'Attestato, si richiede almeno il 75% di presenza a monte ore totale del corso.
 
Il corso viene erogato con edizioni a Torino, Carrù (CN) e Arenzano (GE).

Calendario delle lezioni frontali e pratiche della sede di Arenzano (GE): inizio lezione, 3 ottobre 2017.

2017: 10/10, 17/10, 24/10, 31/10, 07/11, 14/11, 21/11, 28/11, 05/12, 12/12, 19/12

2018: 09/01, 16/01, 23/01, 30/01, 06/02

Calendario delle lezioni frontali e pratiche della sede di Carrù (CN): inizio lezione, 5 ottobre 2017.

2017: 12/10, 19/10, 26/10, 02/11, 09/11, 16/11, 23/11, 30/11, 07/12, 14/12, 21/12

2018: 11/01, 18/01, 25/01, 01/02, 08/02

Orario:  18.00 - 21.00

Il calendario dei laboratori esperienziali verrà comunicato durante il corso al momento delle attivazioni di progetti sul territorio, (nel caso i progetti non vengano attivati le ore saranno svolte come esercitazioni pratiche).

​​Principali contenuti del corso:
Coevoluzione della specie canina con la specie umana; Etologia; Morfofisiologia; L’approccio etologico; cognitivo; Educazione di base; Conduzione; Gioco; Storia e prime espressioni di IAA; Conduzione libera; Conduzione di AA, EAA, TAA; Trasporto del cane; Socializzazione: conduzione in ambiente urbano e agreste; Legislazione; Rinforzo  relationship conduttore-cane; Principi Mobility dog; Principi Agility dog; Basi Dog walking; Camminata col cane per la salute – Healthy Dog Walk ™; Healthy Dog Walk ™ - Le basi della corretta postura ed andatura; Baby e Junior agility ASSEA™.

DOCENTI

Tra i docenti:

Clotilde Trinchero, Etologo-Veterinario, Direttore scientifico del master di 2° liv. in Interventi Assistiti con Animali (IAA) e qualità di vita.
Daniel Sebastian Ossino, Naturalista, Educatore Cinofilo Professionista 3° livello esperto del comportamento del cane, Istruttore di Special Agility, Preparatore del Cane Urbano.
Nicole Rovera, Dr.ssa di Evoluzione del comportamento animale e dell’uomo.
Franco Muccione, Responsabile della Squadra Cinofili della Questura di Torino, esperto della normativa per la tutela e il benessere animale.
Enrico Panichi, med Vet, PhD, Direttore sanitario Centro Traumatologico Ortopedico Veterinario Arenzano (Genova).

All'interno del corpo docenti sono anche presenti Istruttori Certificati Fitwalking® del Centro Autorizzato di Fossano.

ATTESTATO

IUSTO - Istituto Universitario Salesiano Torino Rebaudengo rilascerà un Attestato di frequenza e profitto in “Unità cinofila per  interventi  Assistiti da animali – partners di mediazione.”

PER INFO

IUSTO, Piazza Rebaudengo 22, Torino.
Segreteria Studenti
P.zza Rebaudengo, 22 - 10155
Tel.: +39 011 2340083
Fax: +39 011 2304044

Orario Sportello Studenti

Quota di partecipazione agevolata per i Volontari dell'Associazione Nazionale della Polizia di Stato.

Per informazioni sul contenuto del corso

dott.ssa Clotilde Trinchero
Tel.: +39 338 6853998  - E-mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

In partnership con

Il primo progetto scientifico di pet therapy per i malati di SLA.

 Questa sperimentazione è la prima sperimentazione in Italia è stata effettuata al Centro Clinico NeMO di Arenzano (GE). I risultati saranno portati al congresso mondiale sulla Sla di Boston, i dati dopo la prima fase sono incoraggianti. È nata da un'idea di Mondovicino Outlet Village con la Fondazione Vialli e Mauro onlus.

I risultati saranno portati al congresso mondiale sulla Sla a Boston.
i primi dati sull’applicazione della Pet Therapy sui malati affetti da Sclerosi laterale amiotrofica sono incoraggianti: è in grado di dare benefici fisici e psicologici ai malati di Sla. Si è da poco conclusa, infatti, la prima fase sperimentale di “ConFido: quattro zampe in corsia”, un progetto nato da un’idea di Mondovicino Outlet Village che da anni affianca la Fondazione Vialli e Mauro onlus impegnata nel sostegno alla ricerca sulla Sla e le malattie neuromuscolari.
La prima sperimentazione italiana di Pet therapy, “ConFido” appunto, applicata alle patologie neuromuscolari è stata effettuata al Centro Clinico NeMO (NeuroMuscular Omnicentre) di Arenzano (Genova), i prossimi due step saranno completati entro fine estate.
A ConFido hanno partecipato 25 pazienti, di cui 22 affetti da Sla e tre da neuropatia. Sono stati sottoposti, tra il 5 settembre 2016 e il 4 gennaio 2017, a 170 sedute di terapia assistita con due pastori svizzeri bianchi. Li ha seguiti uno staff composto da: medico fisiatra, esperto in IAA (Interventi Assistiti con Animali), fisioterapista motorio, terapista occupazionale, psicologa, etologo, veterinario e conduttore di cani. Per accertare l’efficacia della sperimentazione, un "gruppo di controllo" di altri 25 pazienti è stato sottoposto a trattamento fisioterapico e a terapia occupazionale tradizionale.
«L’idea nasce dal voler trovare un collegamento tra il Dogs day, evento annuale di punta del nostro outlet, dedicato agli amanti dei cani, e la Fondazione Vialli e Mauro Onlus con cui collaboriamo quotidianamente da molti anni. Abbiamo dunque coinvolto il Centro Clinico NeMO e lanciato ConFido, progetto di pet therapy volto a tutti i pazienti affetti da patologie neuromuscolari» dice Giacomo Caramelli, direttore marketing dell’outlet. «È con grande emozione che abbiamo appreso dei positivi risultati ottenuti per alleviare le sofferenze sia fisiche che psichiche di chi soffre di questa grave forma di disabilità. È un esito che ci rende felici e ci incoraggia ad andare avanti nel sostenere il Centro Clinico NeMO, che svolge un lavoro preziosissimo e innovativo».
«Nello studio pilota“ ConFido: quattro zampe in corsia” si è immediatamente stabilita una sinergia positiva tra i componenti delle equipe, tutti protesi al raggiungimento di un unico scopo: il miglioramento dello stato psicofisico del paziente attraverso la mediazione del cane» aggiunge Clotilde Trinchero, PhD, medico veterinario, etologa, presidente di A.S.SE.A onlus. «I cani adottati come co-terapeuti hanno incoraggiato i pazienti all’interazione mediante la sollecitazione al gioco, a esercizi semplici e complessi, ad attività ludico-sportive, all’offerta di compagnia e, soprattutto, di comprensione e non di giudizio. La razza dei nostri cani - Pastore Svizzero bianco - è particolarmente predisposta agli IAA (Interventi Assistiti con Animali) ma la scelta dipende dalle valutazioni che un etologo può fare considerando le attitudini, le capacità e le competenze attraverso i test e l’osservazione del singolo soggetto e mettendolo in correlazione con i bisogni specifici del paziente. Così operando, il paziente si è sentito un unicum con il cane “… in quest’ora esistiamo solo io e lui (il cane), e l’ora vola. Non penso alla malattia". Ciò ha permesso che la corrente empatica nata e voluta dal cane raggiungesse il paziente».

Una bella intervista a Clotilde Trinchero su cos'è la Pet Therapy, la sua storia, i benefici, le prospettive e il lavoro Assea.

EROGATO DA IUS-TO III° Edizione. Settembre 2017 - Febbraio 2018 IN CONVENZIONE CON ASSEA Corso per Unità Cinofile per Interventi Assistiti da Animali - Partners di mediazione     Il corso si propone di fornire competenze specifiche per l'assistenza, l'educazione alla persona in contesti pedagogico-formativi, attraverso l'Attività dell’Unità Cinofila Cinotecnica. Il corso unità cinofila cinotecnica - partners di mediazione IAA è requisito valido per l'ammissione ai corsi per unità cinofila da ricerca e soccorso volontari dell'associazione nazionale della polizia di stato.  In convenzione con A.S.SE.A. Onlus e in Partnership con l'Associazione Nazionale della Polizia di Stato - Nucleo Di Protezione Civile - Settore Cinofilia. ISCRIZIONI...

Continua...

Il primo progetto scientifico di pet therapy per i malati di SLA. {mp4}confido{/mp4}  Questa sperimentazione è la prima sperimentazione in Italia è stata effettuata al Centro Clinico NeMO di Arenzano (GE). I risultati saranno portati al congresso mondiale sulla Sla di Boston, i dati dopo la prima fase sono incoraggianti. È nata da un'idea di Mondovicino Outlet Village con la Fondazione Vialli e Mauro onlus. I risultati saranno portati al congresso mondiale sulla Sla a Boston.i primi dati sull’applicazione della Pet Therapy sui malati affetti da Sclerosi laterale amiotrofica sono incoraggianti: è in grado di dare benefici fisici e psicologici ai malati di Sla. Si è da poco conclusa, infatti, la prima fase sperimentale di “ConFido: quattro zampe in corsia”, un progetto...

Continua...

Una bella intervista a Clotilde Trinchero su cos'è la Pet Therapy, la sua storia, i benefici, le prospettive e il lavoro Assea.

Continua...

Email:
Soggetto:
Messaggio:
Quante zampe ha un cane?

Novità A.S.Se.A.